Bacheca eventi
























Prolusione di apertura a cura del Presidente

della LECTIO MAGISTRALIS 2015

GLI ULTIMI PARADISI NATURALI DELL'ASIA TROPICALE


17 gennaio 2015

"Villa Esmeralda"



Autorità, Stimati Consoci, Cari Studenti, Signore e Signori,


L’anno sociale 2014 si è appena concluso con la Lectio Magistralis dell’ornitologo Andrew Graham Gosler, lettura tenuta presso la nostra sede di Villa Esmeralda il 13 dicembre scorso. L’anno sociale 2015 si apre con una Lectio Magistralis che, a giudicare dalle premesse, in particolare la tematica in oggetto, non è di minore rilevanza culturale. La conferenza odierna è inoltre caratterizzata da numerose peculiarità: anzitutto la collocazione temporale all’inizio del 2015, eccellente premessa ad un anno sociale che ci auguriamo ricco di traguardi significativi, in particolare se raffrontato al precedente 2014 già denso di risultati positivi; inoltre, per il fatto di essere tenuta da un socio della nostra istituzione, eccezione ad una regola sinora mai violata; unico tra i nostri soci in quanto trasmigrato in un contesto geografico e culturale profondamente diverso dalla comune patria europea nel cui ambito, in diverse realtà nazionali, si cimentano tuttora e con successo numerosi altri affiliati. Si tratta del valente collaboratore e socio anziano - per durata di affiliazione all’istituzione e non per età anagrafica - Daniele Cicuzza che da alcuni anni lavora nel contesto di un “continente nel continente” (mi si passi il gioco di parole) ovvero la Repubblica Popolare Cinese. Quando, nell’ormai lontano 1998, Daniele divenne nostro affiliato, rimasi colpito dalla ferma volontà del Nostro di impegnarsi nella ricerca pura in qualche settore delle scienze della natura. Sicché, dopo un iniziale apprendistato dedicato al riordino delle collezioni abiologiche ed in particolare di quella paleontologica, all’epoca in condizioni precarie, lo associai ad alcune ricerche in corso sulla distribuzione ed ecologia degli scorpioni della Turchia. Questo sodalizio risultò fecondo ed uno dei tre contributi prodotti è stato inserito nel volume in onore del compianto Gary Allan Polis, ecologo americano prematuramente scomparso, al quale è dedicata la collezione aracnologica della nostra istituzione. Daniele è stato successivamente impegnato nella preparazione della tesi di laurea sotto la supervisione del noto botanico Sandro Pignatti - ultimo tesista della sua lunga carriera accademica; i suoi interessi si erano ormai focalizzati sulla Biologia Vegetale alla quale avrebbe dedicato ogni sforzo della successiva attività di ricercatore professionista. Nel 2003 Daniele ottenne il suo degree in Biologia alla “Sapienza” Università di Roma discutendo la tesi "Global Warming" e variazioni della biodiversità nei boschi della penisola italiana: un possibile modello sotto la supervisione del professor Pignatti e della dottoressa Anna Testi. Di lì a poco iniziarono le sue “peregrinazioni” nelle sedi accademiche e nei contesti naturali più diversi, dalla scuola di Scienze della Conservazione dell’Università di Bournemouth, al Plant and Soil Department dell’Università di Aberdeen, alla Università di GÖttingen, all’Istituto di Botanica Sistematica dell’Università di Zurigo, al Natural History Museum di Londra, al Plant Science Department dell’Università di Cambridge, con attività sul campo in Italia, Svizzera, Indonesia (Kalimantan, Java, Bali, Sulawesi), Malesia, Tanzania e infine Cina ove dal 2013, lavora in qualità di Pos-doc all’XTGB Xishuangbanna Tropical Botanical Garden nell’ambito delle attività del progetto “Tropical forest fragmentation and plant biodiversity change in Xishuangbanna prefecture, China” all'interno dello “Action plan for the ‘1-3-5’ initiative” Direction 3: Integrative conservation for the Zero Extinction in Xishuangbanna (Center for Integrative Conservation)” diretto dal professor Richard T. Corlett. Nel corso di tali attività, Daniele Cicuzza ha prodotto oltre 20 contributi tra articoli peer-reviewed e in preparazione, capitoli di libri e opere monografiche sulle riviste Trend in Ecology and Evolution, Journal of Vegetation Science, Biodiversity and Conservation, Phytotaxa, Plant Ecology, Agroforestry System, Biotropica, Biological Conservation, Ecography, Plant Biology oltre ai Rendiconti della Accademia Nazionale dei Lincei e ai Proceedings of the National Academy of Sciences. L’attività del Nostro nel paese che lo ospita suggerisce una breve digressione sullo stato attuale della ricerca scientifica nella Repubblica Popolare Cinese, dati oltretutto i miei interessi di cultore di politiche comparate della ricerca scientifica nei più diversi contesti, europei e trans-continentali. L’Accademia Cinese delle Scienze, di cui l’XTGB è uno dei 37 istituti, affonda le sue radici storiche nella Academia Sinica fondata nel 1928 dal Governo Nazionalista del Guomindang. Fu quindi rifondata come Chinese Academy of Sciences (CAS) quando il Partito Comunista prese il controllo della Cina continentale. La Accademia Cinese delle Scienze e la Accademia Cinese di Ingegneria (Chinese Academy of Engineering), collettivamente note come “Two Academies”, sono istituzioni del National Council of China e thinktank nazionali con servizi di consulenza e di valutazione finalizzati allo sviluppo economico-sociale e del progresso scientifico e tecnologico. L’Accademia Cinese delle Scienze include sei divisioni; Matematica e Fisica, Chimica, Scienze della Vita e Scienze Mediche, Scienze della Terra, Scienze dell’Informazione Tecnologica e infine Scienze Tecnologiche. La CAS, con quartier generale a Beijing e Presidente Bai Chunli dal 2011, ha tredici “branches” regionali, oltre 100 istituti e due Università, distribuite in 20 provincie e municipalità della Cina. La CAS ha contribuito alla costituzione di oltre 430 imprese statali basate sullo sviluppo scientifico e tecnologico in undici grandi industrie incluse otto compagnie quotate in borsa. La qualifica di fellowship dell’accademia è ritenuta altamente onorevole; questo “star system” comprende le classi di Academicians, Emeritus Academician e Foreign Academicians. Al Kunming Branch del CAS sono associati cinque istituti; Kunming Institute of Botany, Kunming Institute of Zoology, Institute of Geochemistry, Yunnan Astronomical Observatory e infine il Xishuangbanna Tropical Botanical Garden nel quale Daniele svolge la sua attività di specialista di ecologia tropicale ed in particolare di sistematica delle Pteridofite, un gruppo rappresentato in situ da circa 400 specie. Con Daniele abbiamo ragionato in questi giorni delle prospettive di ricerca a lungo termine del suo attuale lavoro e dalle notevoli opportunità che questo immenso paese offre tuttora a giovani di notevole ingegno e di buona volontà; egli non trascurerà, nella sua dissertazione, di dettagliare gli aspetti sociali ed umani della sua, impegnativa e stimolante, attività di ricerca. E’ tempo quindi di lasciare a lui la parola, prego dottor Daniele Cicuzza.

Design downloaded from free website templates.